Tra Molina di Vietri e Cava de’ Tirreni una novità: Amalfi Coast Beer. Due esperte “mastrobirraie” e tanta passione

img_20170214_203431

Le “Thelma e Louise” della birra artigianale, giovani, belle, intraprendenti, appassionate e con un pizzico di follia che non guasta mai, ma con un nutrito bagaglio di preparazione e studi alle spalle. Rosa Recchimuzzi e Mariella Zito hanno intrapreso il percorso per diventare “mastrobirraie” viaggiando per l’Europa tra Fiandre, Scozia ed Irlanda. Rientrate nel Bel Paese hanno poi iniziato a fare tirocini presso i birrifici artigianali territoriali e c’è stata pure un’importante collaborazione con il mastro birraio Luigi Serpe. Acquisiti a sufficienza i segreti, apprese le tecniche e avendo ormai dimestichezza nel settore, unite più che mai hanno dato vita alla loro nuova avventura nel mondo brassicolo, arricchendo la ben nutrita provincia di Salerno di una ulteriore prelibatezza. Il padre di Rosa successivamente ha in particolar modo  dato coraggio alle due imprenditrici e le ha invogliate a metter su una società dal nome “Crazy Dream”.

img_20170214_203527

Il birrificio situato proprio a metà tra Cava dei Tirreni e Vietri sul Mare si estende su di una superficie di circa 400 mt quadri, nella vallata alle pendici dei Monti Lattari, lungo il torrente Bonea dove in epoca medievale sorgevano mulini ad acqua. Confortevole e dalle pareti colorate nelle tonalità dei loghi delle birre, è dotato all’interno anche di una zona per le degustazioni.

photostudio_1487028341287

Se questo è il tempio della birra, anzi il maniero di due principesse, vediamo brevemente come nasce questa bevanda antichissima, presente millenni fa in Egitto e Mesopotamia. I processi di fabbricazione della birra artigianale sono sostanzialmente simili tra loro anche se differiscono in alcune particolarità che sono caratteristiche delle singole aziende. La prima operazione del ciclo produttivo è la tostatura del malto, meglio ancora dell’orzo germinato. Il malto tostato e privato della radichetta si sottopone a frantumazione in modo che durante il processo di ammostatura l’acqua possa estrarne più facilmente le sostanze solubili. La preparazione del mosto può compiersi per decozione e per infusione, in due o più stadi. L’ammostatura si compie a temperature tra i 70 e i 75 gradi. Il mosto si separa dal malto esaurito per decantazione o per filtrazione. Il mosto decantato si fa bollire con una opportuna quantità di luppolo; la cottura produce l’aromatizzazione del mosto e la separazione per coagulazione di alcune sostanze proteiche in esso contenute. Dopo il raffreddamento il mosto passa nei recipienti di fermentazione. La fermentazione è un’operazione estremamente delicata. Dopo le osservazioni di Pasteur e di altri microbiologi, si è accertata l’opportunità di rendere sterile il mosto in modo che all’azione del lievito non si sovrapponga quella di altri microrganismi. L’agente normale della fermentazione della birra è il Saccaromyces cervisiae, ma anche altri miceti possono dare buoni risultati. Compiuta la fermentazione principale la birra deve stagionare in ambiente freddo per alcune settimane, durante le quali avvengono altre fermentazioni che completano i caratteri organolettici della birra. A questo punto la birra è quasi pronta per essere immessa sul mercato anche se il confezionamento è un’operazione altrettanto complessa perché bisogna fare molta attenzione a non gustarne le proprietà organolettiche. La bottiglia in vetro scuro protegge il prodotto dalla luce, altrettanto importante è il materiale del tappo e il metodo di conservazione. Le birre artigianali hanno di solito 18 mesi di vita, dopodiché iniziano a perdere tutti i loro aromi e poche traggono giovamento dal loro invecchiamento.

produzione-birra

Attualmente il birrificio Amalfi Coast Beer è riuscito a sfornare due prodotti con un terzo in arrivo. I prodotti nei formati da 75cl e 33cl sono: Amalphia, una birra chiara ad alta fermentazione con luppoli americani, dedicata ad Amalfi, e Regina Maior dedicata a Maiori, rossa doppio malto con luppoli scozzesi ed irlandesi sempre ad alta fermentazione. Queste due birre eleganti, femminili e vigorose allo stesso tempo, sono non pastorizzate, non filtrate e rifermentate in bottiglia.

img_20170214_203603

Amalphia rientra nella tipologia delle APA (American Pale Ale) anche se meno “forte” ma più delicata, si presenta con un colore giallo oro ed è caratterizzata da una lieve torbidità tipica delle birre non filtrate. Gli aromi sono intensi e con spiccati sentori di citrino, le note amarognole modeste, la schiuma è di media persistenza e il corpo pieno ed armonioso. Con i suoi 5,6 % Vol. si abbina a piatti di pesce senza pomodoro, mozzarella di bufala, carni bianche, insalate, verdure grigliate, risotto alla milanese, pizza e dolci con creme al limone.

dav

Regina Maior è una Scotch Ale e si presenta con un color rosso ramato. Ha 7,5 % Vol. ed in bocca lascia una sensazione di morbidezza e pienezza, miscelata tra lievi note di caramello e profumi di malto tostato. L’amaro non è invadente, il cappello di schiuma è cremoso e compatto, il corpo è pieno ed intenso. Ben si abbina ad arrosti, cane di maiale, braciola nel sugo, salsiccia, piatti speziati e piccanti, primi piatti della tradizione campana, parmigiana di melanzane, formaggi stagionati, salumi e cioccolato fondente.

regina-maior-beer

Rosa e Mariella si può  dire hanno realizzato con perseveranza il loro sogno; tante soddisfazioni, riconoscimenti e sorprese arriveranno. D’altronde tutti noi abbiamo bisogno di credere in qualcosa: chi scrive crede proprio che tra poco si farà una birra!

Annamaria Parlato

AMALFI COAST BEER

VIA E. DE MARINIS, 80/BIS

CAVA DE’ TIRRENI (SA)

TEL. 3479594502-3476157979

www.amalficoastbeer.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...