Annamaria Parlato

Pur non essendo amante delle presentazioni, la mia storia in breve…

Annamaria è una storica dell’arte, manager del settore culturale, pubblicista, food blogger e food&beverage manager, che tempo fa ha mosso i suoi primi passi come giornalista enogastronomica assieme alla redazione del giornale online Rosmarinonews.it, diretto da Antonella Petitti. Attualmente è la curatrice di “Questioni di Gusto”, il settimanale sull’enogastronomia del quotidiano Le Cronache del Salernitano. Annamaria è una delle tante professioniste campane che felice di vivere in un territorio ricco di risorse, come quello della Costiera Amalfitana, dopo aver peregrinato a lungo in giro per l’Italia, con le sue capacità e le sue forze, ha con coraggio deciso di rientrare alla base per coronare i suoi sogni tra tanta ostilità e diffidenza. Annamaria da bambina amava i sapori genuini, le sane merende pomeridiane a base di pane cotto nel forno a legna con il fiordilatte freschissimo di Tramonti o Agerola. Arte, cultura, enogastronomia, informatica e comunicazione sono le sue grandi passioni. Annamaria sta pensando attualmente di pubblicare anche un libro che racconti di FoodArt e di influenze che il cibo ha avuto nell’arte e viceversa. 2Ingredienti, dopo PAMart (Studio di Consulenza e Progettazione culturale), è il suo secondo progetto professionale su web, che vuole essere sia un blog sia un magazine di settore, in cui poter parlare di uno specifico territorio, di enogastronomia, di prodotti d’eccellenza, di eventi ma soprattutto di storia dell’arte e di cibo allo stesso tempo. Verrà data, in questo spazio virtuale, visibilità a chef noti e meno, che se lo desiderano possono entrare a far parte della squadra di 2Ingredienti con le loro ricette.

Se tutto questo può interessarvi allora non vi resta che seguirmi e come dico sempre: “BUONA LETTURA A TUTTI!”

Annunci

2 comments

  1. Fertilissima fin dall’antichità, la “Campania felix” e le sue complesse vicende storiche giustificano sia piatti ricchi con influenze Angioine e Borboniche, sia preparazioni povere riservate al popolo. Oggi alcuni giovani “coraggiosi” che ho avuto modo di conoscere per la loro capacità di intuire il “nuovo” e il vecchio”, stanno riportando alla luce cucina a tradizioni ormai seppellite nella coscienza del tempo. In una serata organizzata da Anna Maria Parlato ho potuto apprezzare una cucina in sintonia con i gusti che cambiano e delle stagioni che si ripetono, tra i fornelli l’abilità dei numerosi cuochi che questa ricca Regione ci dona; hanno saputo conciliare una serie di piatti con Sapori equilibrati, delicati e facilmente digeribili dimostrando le loro alte capacità professionali.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...