Il 30 giugno chiusura della campagna di valorizzazione del Carciofo di Paestum IGP

È arrivata alla sua conclusione la campagna di valorizzazione del Carciofo di Paestum IGP, promossa da Terra Orti e finanziata dalla misura 3 Tipologia di intervento 3.2.1 del P.S.R. Campania 2014 – 2020. Il convegno di chiusura si è tenuto il 30 giugno 2022 alle ore 18.00 al Majestic Business Center, in Viale Brodolini, 26, sito a Battipaglia (Sa), seguito da una degustazione di piatti a base di Carciofo di Paestum IGP. L’evento ha dato evidenza a tutti i risultati concreti ottenuti nel corso della campagna, e gli ospiti hanno avuto modo di ascoltare e vedere come si è svolta ogni azione della campagna.Il percorso promozionale per incentivare il consumo del Carciofo di Paestum IGP, iniziato lo scorso marzo, è stato infatti formulato secondo diverse modalità, nonché orientato a vari target, per ampliare le conoscenze dei consumatori sulle sue virtù di gusto e nutrizione, e incentivare gli operatori gastronomici ad inserirlo nei menù. Tra le tante attività, c’è stato il percorso di degustazione al quale ha partecipato il Sottosegretario del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Gianmarco Centinaio; i 10 incontri di degustazione nei ristoranti ed agriturismi presenti nell’areale di produzione; la partecipazione alla Festa del Carciofo di Paestum; la partecipazione a fiere nazionali ed internazionali come il Cibus di Parma ed il Fruit Logistica di Berlino; la produzione di un sito dedicato, con un angolo dedicato alle risposte degli esperti alle domande dei curiosi; la pubblicazione di un volume sulle virtù del Carciofo con tanto di spazio a nuove ricette e alla descrizione delle caratteristiche nutrizionali del prodotto. Un programma ricchissimo di eventi, progetti ed attività. Ma soprattutto pieno di soddisfazioni, ricevute dai numerosi riscontri ottenuti, sia da parte dei produttori sia da parte dei consumatori. “L’entusiasmo raccolto nei mesi della campagna ha superato tutte le aspettative, rendendoci ancora più fieri ed orgogliosi del lavoro che abbiamo svolto e che siamo intenzionati a continuare perché è il Carciofo di Paestum IGP è un’eccellenza territoriale che appartiene al patrimonio prestigioso del made in Italy ed è doveroso promuoverla nell’ambito di un circuito corale di produttori, operatori e consumatori” è stato il commento del Presidente del Consorzio di Tutela, Alfonso Esposito. L’incontro e la condivisione dei risultati hanno visto la partecipazione dei vertici del consorzio del CARCIOFO DI PAESTUM IGP e di tante personalità del mondo politico e gastronomico.La degustazione post convegno è stata il giusto modo per concludere un percorso complesso e soddisfacente durato mesi, che ha messo i presenti, ancora una volta, a contatto diretto con l’eccellenza territoriale. Per ogni approfondimento, consultare il www.carciofodipaestum.it

“Tutto il Buono della legalità”: la lotta al business della criminalità e le opportunità per i giovani nel Food

Due tavole rotonde: una apparecchiata con istituzioni e scuola per discutere sulla lotta al business della criminalità e le opportunità per i giovani nel Food; l’altra, invece, per la degustazione del Menù della Legalità firmato chef Cogliandro. Domani sera, giovedì 28 aprile, sarà lui, l’ambasciatore antiracket per la ristorazione in Italia e nel mondo, insieme…

“Di Food in Tour” sceglie Olevano sul Tusciano. Sesta tappa domenica 21 ottobre tra uliveti, birra artiginale e antichi sentieri

A piccoli passi e in maniera lenta e sostenibile il progetto “Di Food in Tour”, cresciuto a vista d’occhio, domenica 21 ottobre per la sesta volta soddisferà la curiosità e la golosità di tanti salernitani e non che andranno alla scoperta di Olevano sul Tusciano, caratteristico comune dei Picentini. La squadra al femminile composta dalla…

Il 9 marzo Terra Orti sarà a Napoli per Leguminosa 2018. Un progetto di Slow Food che ripercorre la storia dei legumi andando alla riscoperta del valore delle sementi

Da venerdì 9 a domenica 11 Marzo 2018 l’OP Terra Orti sarà presente a Napoli, precisamente a Piazza Dante, per la terza edizione di “Leguminosa”, un progetto che ripercorre la storia dei legumi andando alla riscoperta del valore delle sementi, della cultura e dei sapori. “Leguminosa” è il progetto di Slow Food Campania nato nel…

Nella piana del Sele è nata una nuova e gustosissima avventura. “Spicchi di Caffè” nella pizzeria Spicchi d’Autore nella “Corte dei Sapori” del Cilento Outlet Village

Nel Maggio del 2015, dall’antica tradizione napoletana nasce l’avventura Spicchi d’Autore-Pizzeria Gourmet che arriva nel Cilento nel Luglio del 2017 diventando il primo brand della “Corte dei Sapori” del Cilento Outlet Village. Martedì 19 dicembre, nella piana del Sele, è nata una nuova e gustosissima avventura tutta territoriale. Un’apertura importante quella della caffetteria “Spicchi di…

Spaghettone con Amatriciana di tonno

Lo chef Eliseo Marciello ha costruito un primo piatto davvero originale. La punta di acidità non molto accentuata del datterino giallo si accompagna alla perfezione con il gusto deciso del tonno fresco e con le note leggermente pungenti e fresche della radice di zenzero. Una rivisitazione marinara del classico intingolo inventato ad Amatrice, che piace a grandi e…

Calamari al verde

La talentuosa chef Michela Altieri ha presentato questo secondo piatto alla prima puntata del contest culinario “Un Cuoco per Alice” lo scorso 24 ottobre 2016, volto a selezionare il nuovo cuoco del programma I Sapori del Sole in onda da febbraio 2017 su Alice TV, condotto da Maria Rosaria Sica con Domenico Vicinanza, risultato poi vincitore….

Cosmetici Bio, nuova linea di oli e dolci natalizi di Sal De Riso ed Emilio Soldivieri. Pomeriggio intenso per festeggiare i 50 anni di Torretta

“Torretta 50” Un pomeriggio in frantoio per festeggiare mezzo secolo e scoprire la linea cosmetica all’olio extravergine di oliva 4 dicembre 2016, ore 17:30 Frantoio Torretta – Battipaglia (SA) Seppure gli ulivi e la produzione di olio di oliva appartengano da sempre alle tradizioni di famiglia, è nei primi anni Sessanta che Fernando Provenza comprende…